Preloader

I filtri fisici e i filtri chimici nei solari

Meglio i filtri fisici o chimici?

Il dibattito filtro chimico – fisico è sempre aperto e ogni estate si ripresenta, puntuale come le tasse.

Noi giochiamo d’anticipo e vi diamo alcune informazioni e il nostro punto di vista.

Cerchiamo di capire insieme la differenza tra i due.

Come funzionano i filtri chimici e i filtri fisici  

Ogni volta che si associa la parola chimic* a qualcosa di negativo, un ricercatore muore.

Tutto è chimica, pure l’aria che state respirando adesso.

In questo caso la definizione poco felice è stata data per la reazione che questi tipi di solari hanno nei confronti dei raggi del sole.

41C1FF4F-2F48-4A95-8BB0-F6BBE731F56A

I filtri chimici creano appunto una reazione chimica modificando i raggi UV in calore che verrà poi rilasciato dal nostro corpo.

I filtri fisici formano una barriera sulla nostra pelle. Semplicemente . Sono una sorta di maglietta.

I filtri fisici 

Questo tipo di filtro è composto da ingredienti minerali come biossido di titanio e ossido di zinco, che fungono proprio da bloccanti.

Pro

  • sono ben tollerati anche dalle pelli sensibili (rosacea, eczema etc);
  • sono attivi appena vengono spalmati sulla pelle;
  • offrono un’eccellente protezione dai raggi UVA , specialmente l’ossido di zinco, che sono i responsabili dell’invecchiamento della pelle;

74DFF7BF-50A0-46F0-90EA-D1BEEC08BD6F

Contro

  • prezzo più alto;
  • lasciano un lieve alone bianco;
  • sono di solito meno agevoli da spalmare.

I filtri chimici 

Sono filtri solari a base carbonica e i più famosi sono l’Avabenzone (lo trovate nelle creme come BUTYL METHOXYDIBENZOYLMETHANE), Oxybenzone (BENZOPHENONE), Octocrylene, Octynoxate (OCTYL METOXYCINNAMATE), etc.

Pro

  • si spalmano molto bene;
  • prezzo più basso

Contro

  • sono attivi circa 20 minuti dopo averli applicati;
  • alcuni sono altamente nocivi per la fauna/flora marina (dal 2021 le Hawaii banneranno le creme solari contenti Oxybenzone, Octocrylne, Octynoxate per citarne alcuni – sono presenti in diversi solari per bambini prodotti in Italia);
  • possono irritare la pelle.
51911CA4-920D-4F2E-A90A-053FDEB9CF22
Credit: ibanplastic.com

La mia scelta 

Io sono una seguace di Dracula, non ho interesse nel prendere il sole e anzi lo rifuggo. Uso quasi solo filtri fisici (qui e qui) e in alcuni occasioni solari misti per il viso (prodotti che hanno entrambi i filtri). Maniche lunghe, cappello e occhiali sono un must.

B2DE8173-9C4E-40E3-84A5-E1B5401E0A21

Per Frida usiamo magliette con protezione solare, cappelli e le parti esposte vengono sapientemente spalmate con filtri fisici.

 

La mia scelta per Frida (il negozio) 

Online già trovate Amazinc e Anthyllis (entrambi fisici) e saranno affiancati nelle prossime settimane da altri prodotti. Stiamo provando un po’ di tutto e vogliamo solo proporre marche utilizzate e apprezzate da noi (cioè la sottoscritta, Fede B e Michi S). Ci sono anche le adoratrici della tintarella 🙂

Parleremo poi di UVB/UVA, SPF e applicazione corretta dei solari.

L’argomento è davvero vasto ma il nostro intento è di darvi informazioni corrette in modo che possiate scegliere usando la vostra testa.  Al di là delle scottature, i danni alla pelle si vedono dopo vent’anni e quindi è meglio soffermarsi e leggere con attenzione. E magari spendere qualche euro in più, se necessario.

Ricordati che abbiamo un gruppo su facebook in cui parliamo tanto. E pure su instagram non siamo da meno.

 

 

Commenti
Close
Sign in
Close
Cart (0)

Cart is empty No products in the cart.

Frida

Oltre il Babywearing

Shop online per mamme green